Valutazione Funzionale


Valutazione FunzionaleLa valutazione funzionale rappresenta un mezzo insostituibile per la corretta determinazione delle capacità dello sportivo, per l’ottimale programmazione dell’allenamento e per avere riferimenti precisi con cui gestire al meglio la gara.
Il controllo del proprio stato fisico, invece, permette di individuare eventuali deficit, così da poter lavorare in maniera specifica per eliminare e/o prevenire eventuali problemi fisici o carenze dal punto di vista prestazionale. Inoltre, ripetere le valutazioni nel tempo, è l’unico modo per controllare che l’allenamento svolto (di qualunque tipo esso sia: sportivo, di riatletizzazione post-infortunio, per il fitness…) produca gli effetti desiderati.
La selezione e la somministrazione di test e la successiva interpretazione dei dati è un’operazione impegnativa dal punto di vista intellettuale e pratico. Il risultato di un test deve essere oggettivo e ripetibile, per questo è fondamentale che tutti i passaggi per arrivare al risultato finale siano eseguiti rispettando standard scientifici. Questi standard sono garantiti per tutti servizi i proposti da Physiologym.

Con Physiologym potrai eseguire le seguenti valutazioni:

Test di soglia anaerobica lattacida

Test di soglia anaerobica lattacida “Triathlon-specifico

Test potenza-cadenza

Test Wingate

Test di potenza aerobica massima

Test dell’indice di recupero

Analisi cinematica del gesto tecnico

Analisi posturale

Analisi della composizione corporea

 

Test di soglia anaerobica lattacida

 

Relazione Lattato-PotenzaIl test da noi svolto è incrementale e di tipo diretto, in quanto prevede la misurazione della concentrazione del lattato ematico mediante microprelievo di sangue capillare dal lobo dell’orecchio (il test diretto è più preciso dei test indiretti che, invece, misurano parametri diversi dalla concentrazione del lattato e quindi stimano la soglia anaerobica facendo delle approssimazioni). Il test viene svolto in ambiente controllato e secondo standard scientifici.

I risultati del test mostrano l’intensità di esercizio (intesa come frequenza cardiaca e potenza nel ciclismo e come frequenza cardiaca e passo nella corsa) relativa alla soglia anaerobica e le intensità di esercizio relative alle concentrazioni di 2, 3 e 4 mM di lattato. Su indicazione dell’allenatore e/o dell’atleta, può essere considerata soglia anaerobica l’intensità corrispondente ad una specifica concentrazione di lattato (ad esempio le 4 mM).

Questo test è particolarmente indicato per gli sport di endurance e può essere eseguito sia per il ciclismo (con la propria bici su rulli che misurano la potenza) che per la corsa (in strada o su treadmill). Per svolgere il test è necessario essere in possesso del certificato medico di idoneità all’attività sportiva agonistica. Assieme al risultato del test verranno fornite delle indicazioni su come utilizzare in maniera proficua i dati del test durante gli allenamenti e la gara.

Se desideri maggiori informazioni su questo tipo di valutazione, contattaci per una consulenza gratuita.

Test di soglia anaerobica lattacida “Triathlon-specifico

Il triathlon rappresenta uno sport a se stante, molto diverso da nuoto, ciclismo e corsa presi singolarmente, in quanto nel triathlon la rapida successione senza soluzione di continuità delle tre discipline fa sì che esse si influenzino a vicenda. I parametri fisiologici rispecchiano chiaramente tale situazione, per cui i valori registrati in una disciplina presa singolarmente sono assolutamente poco attendibili per avere dei riferimenti sulla stessa disciplina nel triathlon, è ciò è particolarmente vero per la corsa, l’ultima delle tre discipline del triathlon.

La necessità di effettuare dei test che si avvicino molto alla situazione di gara è di fondamentale importanza per i triatleti.

Il protocollo del test, validato in recenti studi scientifici, prevede una prima parte svolta sulla propria bici montata su un ciclomulino, una rapida transizione e quindi una seconda parte di corsa svolta su treadmill. Sia la prima sia la seconda parte del test sono ad intensità incrementale e prevedono la misurazione della concentrazione di lattato ematico mediante microprelievo di sangue capillare dal lobo dell’orecchio.

I dati raccolti in questo test permettono di avere l’intensità relativa alla soglia anaerobica in bici e nella corsa effettuata dopo la bici (quest’ultimo parametro è diverso da quello che si avrebbe correndo soltanto, senza aver pedalato prima!). I risultati del test verranno discussi con l’atleta e/o l’allenatore e verranno fornite importanti indicazioni per l’allenamento.

Se desideri maggiori informazioni su questo tipo di valutazione, contattaci per una consulenza gratuita.

Test potenza-cadenza

Il test descrive la relazione tra potenza e frequenza di pedalata, quindi ci informa sulla potenza e la forza che un atleta riesce ad esprimere ad una determinata frequenza di pedalata.

Il test viene eseguito con la propria bici montata su ciclomulino ed è chiesto all’atleta di esprimere la massima potenza possibile con un determinato rapporto, restando in sella. Il test è composto di più prove massimali eseguite con diversi rapporti.

Questo test è adatto per tutte le tipologie di ciclisti (pista, strada, MTB, ciclocross) e triatleti in quanto da questo test si possono ricavare anche gli intervalli di forza massima, resistente e rapida importanti per modulare i carichi di allenamento.

Se desideri maggiori informazioni su questo tipo di valutazione, contattaci per una consulenza gratuita.

Test Wingate

Questo test permette di indagare le capacità anaerobiche e misura la massima potenza esprimibile dall’atleta e la sua capacità di tenere elevata la potenza in un intervallo di 30 secondi, contrastando a fatica. Per eseguire questo test è indispensabile eseguire prima il test potenza-cadenza, in modo da conoscere il rapporto a cui l’atleta riesce ad esprimere i più alti valori di potenza. Il test viene eseguito sulla bicicletta dell’atleta montata sul ciclomulino; all’atleta è chiesto di esprimere la sua massima potenza e di mantenerla più alta possibile per 30 secondi, resistendo alla fatica. Questo test è adatto per tutte le tipologie di ciclisti (pista, strada, MTB, ciclocross) e triatleti.

Se desideri maggiori informazioni su questo tipo di valutazione, contattaci per una consulenza gratuita.

Test di potenza aerobica massima

La potenza aerobica massima rappresenta la potenza del nostro “motore” dal punto di vista aerobico; in qualche modo essa può essere vista come la “cilindrata del nostro motore”. Conoscere la massima potenza aerobica è importante perché, conoscendo il valore massimo raggiungibile dall’organismo, possiamo decidere di svolgere un allenamento ad una determinata frazione di quel valore massimo (ad esempio al 50%, 70%, …) in base agli obiettivi dell’allenamento stesso. Il test è di tipo incrementale e massimale (fino ad esaurimento) e può essere svolto solo se si è in possesso del certificato medico di idoneità all’attività sportiva agonistica. Questo test può essere eseguito sia sulla corsa (in strada o su nastro trasportatore) che sul ciclismo (con la propria bici su rulli che misurano la potenza); dunque è adatto per diversi sport quali triathlon, ciclismo, atletica leggera, calcio, rugby, ecc.

Se desideri maggiori informazioni su questo tipo di valutazione, contattaci per una consulenza gratuita.

Test dell’indice di recupero

L’allenamento è una successione di stimoli intervallati da tempi, più o meno lunghi, di recupero. Stimolo e recupero sono due ingredienti di uguale importanza: occorre dosarli al meglio per ottenere i massimi risultati. L’indice di recupero, misurato a seguito di sforzo incrementale massimale o sub-massimale (in base alle esigenze sportive), permette di avere un parametro oggettivo con il quale è possibile “regolare” i tempi di recupero in allenamento e controllare i propri progressi nel tempo. Questo test può essere eseguito sia sulla corsa (in strada o su nastro trasportatore) che sul ciclismo (con la propria bici su rulli che misurano la potenza); dunque è adatto per diversi sport quali triathlon, ciclismo, atletica leggera, calcio, rugby, ecc. Per svolgere il test è necessario essere in possesso del certificato medico di idoneità all’attività sportiva agonistica.

Se desideri maggiori informazioni su questo tipo di valutazione, contattaci per una consulenza gratuita.

Analisi cinematica del gesto tecnico

Qualunque performance sportiva non è fatta solo di forza, resistenza e velocità, ma anche e soprattutto di tecnica. Una corretta esecuzione del gesto sportivo permette di esprimere al massimo le proprie potenzialità, ma soprattutto riduce l’incidenza di infortuni. È molto importante curare al meglio anche i gesti sportivi più semplici e innati, perché spesso è proprio in questi che si celano i maggiori problemi; si pensi ad esempio alla tecnica di corsa: apparentemente è molto semplice, ma in tanti avvertono problemi, fastidi o addirittura dolori durante la corsa.

L’analisi cinematica viene eseguita filmando il gesto tecnico e analizzando nel dettaglio tale filmato mediante appositi software. Su richiesta dell’allenatore e/o dell’atleta, oltre ai parametri standard, possono essere analizzati aspetti specifici del gesto tecnico. L’analisi permetterà di evidenziare eventuali problemi nell’esecuzione del gesto tecnico, i dati verranno discussi con l’atleta e l’allenatore e saranno fornite indicazioni pratiche per migliorare il gesto tecnico.

Questa analisi è adatta a qualunque tipo di sport: è possibile analizzare la corsa, la pedalata per l’analisi biomeccanica in bici, l’esecuzione di un salto, il passaggio di un ostacolo, ecc.

Se desideri maggiori informazioni su questo tipo di valutazione, contattaci per una consulenza gratuita.

Analisi posturale

Dalla postura dipende gran parte dello stato di benessere psicofisico di un individuo: un problema posturale può causare un fastidio (nei casi più gravi dolore) continuo o che si presenta ogni qual volta si provi ad eseguire un gesto specifico e/o una determinata attività sportiva. Un disequilibrio posturale, se non trattato adeguatamente, potrà solo peggiorare; occorre però individuare in maniera chiara il disequilibrio in questione. L’analisi posturale globale permette di avere una fotografia chiara del Sistema Tonico Posturale, individuando eventuali deficit e/o scompensi e permettendo di comprendere la natura degli eventuali problemi.

Se desideri maggiori informazioni su questo tipo di valutazione, contattaci per una consulenza gratuita.

Analisi della composizione corporea

Ragionare esclusivamente in termini di peso corporeo e/o di rapporto peso-altezza è estremamente riduttivo e conduce spesso a errori di valutazione. Dunque, occorre svolgere un’analisi che sia in grado di quantificare la massa grassa dell’organismo, in modo da stabilire il reale stato dell’individuo (ad esempio, se è necessario dimagrire oppure se si è vicini alla condizione ideale per affrontare una gara). L’analisi della composizione corporea da noi svolta, è di tipo bicompartimentale, ossia distingue tra massa grassa e massa magra; questa analisi viene effettuata mediante plicometria. La raccolta di alcuni dati antropometrici, assieme ai dati della plicometria, permette sia di stimare la massa muscolare degli arti, che di misurare degli indici relativi al rischio di sviluppare patologia cardiovascolare. Dopo aver analizzato i risultati, vi sarà indicato il piano di intervento (in termini di attività fisica, integrazione ed abitudini alimentari) più adeguato al vostro caso.

Se desideri maggiori informazioni su questo tipo di valutazione, contattaci per una consulenza gratuita.

Contattaci per una consulenza gratuita, sceglieremo insieme il test funzionale più adatto a te.

Leggi anche i servizi di Allenamento.